Natalia e Gerardo: visual & textual storytelling

Sticky post

Ci sono STORIE che si raccontano da sole e IMMAGINI che fanno ammutolire, INIZI che annunciano la fine di tutto e FINALI che danno il via a nuove avventure. In questo blog ne vivremo insieme alcune. Nat e Gerri

Saper disegnare: a che serve?

Quando Cristoforo Colombo tornò dai suoi viaggi, esibì alla regina Isabella di Castiglia i prodotti tipici delle terre orientali (pensava, meschino, di essere sbarcato in Cina…): qualche pappagallo, un po’ di frutta esotica e alcuni selvaggi, seminudi e tatuati. Immagino… Continue Reading →

Marguerite Yourcenar (2)

Fondare biblioteche è un po’ come costruire ancora granai pubblici: ammassare riserve contro l’inverno dello spirito che da molti indizi, mio malgrado, vedo venire. ———————  

Ciarlatano | Catene parlate

Distribuisce colpe… Minaccia strali… Vagheggia fughe… Conclude poco… 🙂    

Volti di donna

La particolarità della condizione femminile durante tutto l’arco della storia ha condizionato anche il mondo dell’arte, e non solo per quel che riguarda il numero limitato delle donne artiste (sono pochi i nomi che possiamo citare: Rosalba Carriera, Sofonisba Anguissola,… Continue Reading →

Perdita | Catene parlate

Come se il cuore all’interno si allagasse di lacrime troppo vaste – agli occhi – per lasciarle uscire.  

Giacomo Leopardi

L’immaginazione è la prima fonte della felicità umana. _______________

Nebbia | Un motivo al giorno

Perché se l’inverno conduce a più inossidabili emozioni nessuna stagione sfugge alle coltri di nebbia padana.  

Bruce Chatwin

La vita è un viaggio da fare a piedi. —————–

Parole, linguaggio e social: l’audacia della comprensione.

Tra ciò che vedo e dico, tra ciò che dico e taccio, tra ciò che taccio e sogno, tra ciò che sogno e scordo, la Poesia. Octavio Paz Parole come bolle di sapone “Parole, parole, parole, soltanto parole… parole tra… Continue Reading →

Jacques Prévèrt

Per ricordare il grande poeta francese Jacques Prévèrt, nato a Neuille-sur-Seine il 4 febbraio del 1900, riportiamo qui una delle sue più celebri poesie, naturalmente sull’amore. Questo amore Così violento Così fragile Così tenero Così disperato Questo amore Bello come… Continue Reading →

“Ecco ancora una finestra”. M. Cveateva

Prega, amico, per la casa insonne, per la finestra con la luce. Marina Cvetaeva

Banana Yoshimoto

Quando si ha qualcosa da perdere, si comincia ad avere paura. Ma la felicità è questo. Conoscere il valore di quello che possediamo. ___________________

« Older posts

© 2017 Itinarranti — Powered by WordPress

Theme by Anders NorenUp ↑