Itinerari narrativi

Sticky post

Ci sono STORIE che si raccontano da sole e IMMAGINI che fanno ammutolire, INIZI che annunciano la fine di tutto e FINALI che danno il via a nuove avventure. In questo blog ne vivremo insieme alcune.

A Natale sono tutti più buoni. Regali permettendo! :-)

Ebbene sì: Natale è alle porte, e ci attende con il suo tormentone: i regali! E visto che ogni tanto mi piace peccare di irriverenza, mi sono divertita a fare qualche ipotesi tra i vari tipi di regali possibili, tra… Continue Reading →

Crimini & Misfatti: reportage per immagini sull’Umanità e le sue Spoglie.

Partiamo dall’etimologia. Il termine crimine trae origine dal latino crimen-crimĭnis, derivazione di cernĕre, ovvero distinguere, decidere, a sottolineare un limite che viene oltrepassato. Chiamiamolo, per semplificare, quello tra il Bene e il Male. Nel diritto penale italiano vigente il termine… Continue Reading →

L’impronta del tempo. Di Natalia Robusti e Gerardo Lunatici

Ciascuna impronta è il segno di qualcosa – o qualcuno – passato in un dato momento in quell’esatto punto. Presenza che evoca un’assenza, inseguirne le tracce è da sempre un’arte: l’arte del ritrovamento. Sinopie che le stagioni, la gravità e… Continue Reading →

#adotta1blogger: diario – anzi itinarrario – di un incontro fortunato!

AUTORE: Natalia Robusti. Quando ho incontrato per la prima volta #adotta1blogger ero su Facebook serendipitando come spesso mi accade alla ricerca di ispirazione. Nell’assoluta convinzione che ogni minuto speso gratuitamente – e senza nessun particolare scopo concreto – è una… Continue Reading →

La misura delle parole

Esiste una misura per le parole? E per gli spazi, e i movimenti? Per i colori, e i suoni? Per i silenzi? Io credo fermamente di sì. E sono persuasa che in questa misura si giochi molto, molto di più… Continue Reading →

About Natalia

Per diversi anni, quelli dell’infanzia prima e della giovinezza poi, ho esercitato il cuore inseguendo, nell’addormentarmi, un motivo sufficiente al mio risveglio, nel tentativo di riempire la giornata successiva già dalla notte che la precedeva. All’inizio si trattava quasi sempre… Continue Reading →

Il copy è un fingitore

Il poeta è un fingitore. Finge così completamente che arriva a fingere che è dolore il dolore che davvero sente, declama Fernando Pessoa. Avendola già nel cuore, questa semplice, definitiva verità, l’ho fatta da sempre mia, riversandola anche nel mio… Continue Reading →

Alba

Perché ormai manca poco e – domani – è a portata di mano. Io, farò piano piano…  

FiliDIforme

Dovessi raccontare in breve questi anni di lavoro e studio potrei dire che – un po’ come Penelope – ho svolto e intessuto fili. Fili di forme, fili di parole. Alla ricerca di un unico, convergente destino: un disegno del… Continue Reading →

La pesca e l’alto mare

Esiste un luogo, in ciascuno di noi, dove il tempo ha gettato le sue reti.  

Trasparire

Perché se a poter trasparire occorre non aver sostanza, per avvertire – trasparenza – occorre possedere un corpo.  

« Older posts

© 2019 Itinarranti — Powered by WordPress

Theme by Anders NorenUp ↑