Category

Catene parlate

“Sembrano muoversi continenti, lungo le nostre catene parlate. A volte risuonare il cielo, lungo il tratto di una limpida voce.
Ma è il silenzio di ogni sogno infranto, a condurre il tempo.” Natalia Robusti.

La pesca e l’alto mare

Esiste un luogo, in ciascuno di noi, dove il tempo ha gettato le sue reti.  

Perdersi

Perdersi: disporsi come polvere su di un piano, pronti a dissolversi nell’aria tra i sussulti della prima finestra che sbatte. Quale presenza invisibile, ci ha appena sfiorati? Veloce, è passata, portando con sè la scia vaporosa della nostra anima.  

Ciarlatano | Catene parlate

Distribuisce colpe… Minaccia strali… Vagheggia fughe… Conclude poco… 🙂    

Perdita | Catene parlate

Come se il cuore all’interno si allagasse di lacrime troppo vaste – agli occhi – per lasciarle uscire.  

Parole, linguaggio e social: l’audacia della comprensione.

Tra ciò che vedo e dico, tra ciò che dico e taccio, tra ciò che taccio e sogno, tra ciò che sogno e scordo, la Poesia. Octavio Paz Parole come bolle di sapone “Parole, parole, parole, soltanto parole… parole tra… Continue Reading →

Dondolio / Catene parlate

E’, ritrovarsi, comporre le orbite di pianeti e costellazioni seguendo rotte mai tentate prima. Perché le stelle risiedono sui troni degli Dei, ma sedie di legno e paglia, dondoli di sughero, cullano il tempo del nostro sguardo a loro rivolto…. Continue Reading →

Nubi in migrazione

Spesso il cielo mi stupisce. Non di meno la collina. Lungo il margine sottile del tramonto – questa sera – cumuli di nubi intente a lunghi viaggi migratori sembrano venuti a ricordare stagioni già passate, da cui ritornano d’un tratto… Continue Reading →

Resistenza al cambiamento

Se la tinta di ciascuna separazione prende la lucidità degli smalti, insolubili all’acqua e resistenti ai graffi, se pochi altri colori di pochi altri materiali rivestono come una patina indelebile i nostri ricordi, se il bilancio tra quanto abbiamo avuto… Continue Reading →

Le costellazioni del pensiero | Catene parlate

Cabala e superstizione, fortuna – magia, infine – non sono in fondo altro che potenti diluenti del libero arbitrio. Oroscopi e profezie, piccoli e grandi riti di scongiuro e propiziazione sgravano le nostre spalle dal peso che il non casuale… Continue Reading →

Sussurro | Catene parlate

Ho un sussurro tra le mani. Suono – in un battito d’ali – che s’innalza e scompare…  

Arena | Catene parlate

Ho veduto artifici dissolti al suolo nella coltre di una terra irruvidita. Traversato e attraversato distese buttando l’occhio a un orizzonte fuori fuoco. E compreso che lo sguardo è l’arena di una lotta tra miraggi e pietre.  

Frontiere | Catene parlate

Laghi, sparsi tra le montagne, bacini mai riempiti, sino a divenir mari, in noi entrano acque di fiumi, e le vette dei monti che ci stanno intorno non diverranno la sommità di isole: saranno per sempre i guardiani delle nostre… Continue Reading →

Approdo | Catene parlate

Se il nostro miglior destino su questa terra è il libero arbitrio, allora la scrittura – fonte e insieme approdo del nostro pensiero – è l’esercizio stesso di questo arbitrio. A ogni lettera, punto e a capo.

© 2017 Itinarranti — Powered by WordPress

Theme by Anders NorenUp ↑